ALFREDO ORMANDO   
RASSEGNA STAMPA   
13 GENNAIO   
ADESIONI   
2006   
2007   
 NEWSLETTER
 e-mail

 
 
 
IL CONVEGNO IL SIT IN ARCIGAY OMOFOBIA RELIGIONI LAICITÀ

Piazza San Pietro "off limits" agli omosessuali
 
Mercoledì 13 Gennaio 1999 - Il Giornale d'Italia
 
Una decina di gay non sono potuti entrare in Vaticano per ricordare la morte del poeta che si diede fuoco
Piazza San Pietro chiusa stamane ad una decina di rappresentanti dell´arcigay venuti per deporre una corona in ricordo di Alfredo Ormando, ad un anno dal clamoroso suicidio. Il 13 gennaio 1997, il poeta e scrittore omosessuale aveva infatti scelto piazza san Pietro per compiere il suo ultimo gesto disperato, dandosi fuoco proprio nella piazza, luogo di culto per eccellenza. I giovani dell´arcigay volevano esprimere la loro rabbia nei confronti di "una politica di esclusione e di omertà che vede al centro il Vaticano".
Non potendo oltrepassare il confine di Stato, i manifestanti hanno lanciato fiori verso il luogo del tragico rogo e deposto sulle transenne la corona di alloro insieme a una bandiera dai colori dell´arcobaleno, simbolo del movimento omosessuale. Una manifestazione pacifica, con la richiesta, rivolta alla più´ alta istanza della Chiesa Cattolica, che sia rivisto un atteggiamento che è viziato da pregiudizi e interferisce nel
riconoscimento dei diritti civili degli omosessuali da parte dello Stato italiano", come ha tenuto a sottolineare ai giornalisti Sergio Lo Giudice presidente dell´Arcigay.
In un volantino distribuito durante la manifestazione si afferma che il 47,19 % degli omosessuali italiani sono cattolici. Il dato risulta da un sondaggio fatto attraverso Internet "su un vasto campione di omosessuali".
Ad una domanda sull´atteggiamento della Chiesa verso di loro, solo l´8 % lo ha giudicato positivamente, sostenendo che "li accoglie amorevolmente; li ama; non ha problemi".
 
visitatore n. 143652  Copyright © 2005 Arcigay - Una realizzazione per ArciGay Roma by www.sorrentinodaniele.com CREDITS